La Ferrari scomparsa

23 January 2015 IN Case History
La Ferrari scomparsa
Ci sono sogni che accarezziamo spesso anche ad occhi aperti: desideri di felicità, ricchezza, benessere che accompagnano le nostre giornate, ma che a volte si ritorcono contro di noi, facendoci dimenticare la realtà o peggio, sottovalutarla... vediamo assieme cosa può accadere!Il caso, fase per fase:Fase 1. Il fatto. Questa volta il nostro cliente è un concessionario Ferrari di Firenze, rivoltosi a noi per recuperare un credito di una certa importanza: qualche mese fa aveva concluso la vendita di una Ferrari 458 Italia ad un avvocato della zona, Ludovico Griselli, cliente conosciuto in quanto aveva acquistato e regolarmente saldato una Ferrari California. Vennero pattuite condizioni di pagamento dilazionate: 30, 60 e 90 giorni. Purtroppo il nostro cliente era riuscito ad incassare soltanto la prima parte del suo credito: del signor Griselli si erano perse le tracce e si decise ad affidarci l’incarico di ritrovarlo, o rintracciare sue patrimonialità aggredibili. Fase 2. Le indagini. Ricevuto l’incarico abbiamo avviato le indagini: dall’ufficio anagrafe del Comune di Firenze risultava che il signor Griselli era sposato con due figli, residenti all’indirizzo familiare dichiarato, mentre a suo nome esisteva una procedura di irreperibilità. Notizia che ci ha spinto ad estendere le indagini all’indirizzo del signor Griselli, scoprendo una triste vicenda. Dalle fonti sentite in loco è emerso che il signor Griselli era scomparso nel nulla da un paio di mesi. Sparizione avvenuta nel mistero, non tanto per i problemi che quest’uomo poteva avere, ma quanto per il fatto di aver abbandonato improvvisamente la famiglia, lasciando solo uno strano biglietto scritto al computer e destinato alla moglie Giuseppina Mancone, la compagna di una vita. Una mattina di agosto, Ludovico saluta la moglie alle 8.30 come tutti i giorni. Quando Giuseppina torna dal lavoro trova sul letto un biglietto scritto al computer in un italiano strano e raffazzonato: «Preferisco sparire - dice nella lettera a Giuseppina - perché non so cosa fare. Pensavo di farcela, ma mi rifarò vivo e cercherò di risolvere tutto appena posso». Fase 3. La dura verità. Nella vicenda molti particolari non tornavano; eravamo venuti infatti anche a sapere che negli ultimi dieci anni il signor Griselli aveva affrontato spese ingenti per le sue possibilità, incomprensibili anche a chi gli stava vicino. Per non tacere poi delle modalità della sua scomparsa da casa: da casa erano spariti una valigia e qualche abito, il passaporto e la carta d’identità, la patente e tremila euro in contanti, più la sim del cellulare, quest’ultimo abbandonato invece in camera. Dal garage mancava invece la Ferrari 458 Italia che aveva comprato, nonostante debiti per centinaia di migliaia di euro. Negli ultimi due anni il Griselli aveva acquistato una Bmw 636, una X6, una Z4 e due Ferrari! Conseguenza di queste spese folli, la famiglia non riusciva a pagare più neanche il mutuo. Fase 4. La conclusione. La situazione che ci siamo trovati di fronte era complicata: indagando in zona non erano emerse informazioni utili per rintracciare il signor Griselli. Abbiamo deciso di cambiare il nostro raggio d’azione, effettuando indagini nel campo patrimoniale. Grazie alle ricerche svolte presso il catasto e la conservatoria abbiamo appurato il fatto che il Griselli aveva ereditato dalla madre defunta due appartamenti siti a Firenze; ciò che stupiva era il fatto che la successione era stata perfezionata in completo segreto, al punto che neanche la sua famiglia ne sapeva nulla. Dalla visura ipotecaria emergeva che i due immobili erano liberi da gravami e intestati allo scomparso. Una volta ricevuto il report il nostro cliente ha potuto procedere all’esecuzione immobiliare prima di tutti gli altri creditori!

Il Servizio adatto a queste esigenze: BD DETECT PLUS.BD DETECT PLUS è l’informativa finalizzata a fotografare l’attuale stato economico/patrimoniale del debitore. È particolarmente indicata per valutare la patrimonialità delle SOCIETÀ DI CAPITALE, permettendo di individuare i beni aggredibili.

Seguici su Linkedin per restare aggiornato